PROGETTI - l'ospedale delle piante

Molto spesso, quando una pianta si ammala o non ha più i fiori o quando le persone traslocano, viene buttata. Abbiamo notato che ogni anno i grandi alberghi, le grandi strutture pubbliche e private,  adottando una politica di “ready made” (come è consuetudine definirla), estirpano e gettano nei rifiuti migliaia di piante vive che vengono semplicemente “sostituite” con una frequenza di almeno 3 volte a stagione. Questa abitudine è letteralmente un crimine, non si possono trattare degli esseri viventi come oggetti inanimati.

Da questo malcostume, ci è venuta l’idea di creare un luogo con diverse funzioni:

  • accogliere e curare piante malate che poi ritornano sane dai loro proprietari;

  • adottare piante di persone che non se ne possono più prendere cura per i più svariati motivi;

  • recuperare le piante che le grandi strutture buttano ogni anno e destinarle ad altri spazi, creando un circuito “virtuoso”;

  • servire da piccolo orto botanico dove i cittadini possono partecipare ad incontri tematici sulle molteplici tecniche di coltivazione.

In questo modo, l’ospedale diventerebbe un centro di “ri-collocamento” di piante, che potrebbero essere curate e poi “date in adozione” ai privati che ne facessero richiesta , e soprattutto essere donate a scuole ed enti pubblici, allo scopo di arricchire il verde pubblico della città.